Coronavirus, 5 consigli per prevenire il contagio

Coronavirus

Con l’aumentare dei casi confermati di contagio del virus Covid-19 in alcune regioni d’Italia, è più che mai importante sapere in che modo difendersi dal rischio di contagio. L’utilizzo della mascherina è una buona precauzione ma non deve essere l’unica. Il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità hanno divulgato un vademecum di norme igieniche che, anche se a prima vista possono sembrare scontate, vanno rispettate per evitare il contagio e il diffondersi del virus.

  1. Lavarsi spesso e accuratamente le mani.

    Può sembrare un consiglio ovvio, ma le mani sono il veicolo più immediato e insidioso per virus e batteri. Se non disponi di acqua e sapone, se sei lontana da casa o magari sui mezzi pubblici, sarà saggio avere con te un gel disinfettante  con una concentrazione di alcol tra il 60% e l’80%. Per contribuire al contenimento della diffusione, se devi tossire o starnutire non portare la mano davanti alla bocca: altrimenti rischieresti di trasmettere germi e batteri a chiunque venisse in contatto con le tue mani.

    Offerta
    Offerta
    Offerta

    Meglio usare un fazzoletto e buttarlo via o comunque cambiarlo spesso. Se proprio non hai in fazzoletto a portata di mano, quando tossisci o starnutisci fallo nell’incavo del gomito.

  2. Non toccarti naso, bocca e occhi con le mani.

    Anche se il coronavirus non ha vita lunga sulle superfici, è comunque buona norma non toccarsi il naso, la bocca e gli occhi con le mani sporche. Ovviamente tutte le superfici a cui si ha accesso quotidianamente, soprattutto negli spazi condivisi come al lavoro, vanno disinfettate in maniera adeguata con soluzioni a base di cloro o alcol per evitare qualsiasi contagio.

  3. Evita il contatto con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute.

    L’Organizzazione Mondiale della Sanità e il Centro Europeo per il Controllo delle Malattie (ECDC) indicano che la distanza minima di sicurezza dalle persone che hanno febbre con tosse e starnuti deve essere di almeno un metro. In linea di massima è bene comunque evitare luoghi affollati perché il virus si trasmette per le vie aeree, tramite gli starnuti, i colpi di tosse e le microgoccioline.

  4. Indossa la mascherina protettiva.

    Questo vale come obbligo se hai il sospetto di aver contratto il virus o se stai assistendo persone malate. Tuttavia, nei luoghi affollati, al chiuso e sui mezzi pubblici, anche la Società Italiana di Medicina Ambientale consiglia l’utilizzo della mascherino come profilassi generica, anche in presenza della classica influenza stagionale.

    Offerta

  5. Fai attenzione alle microlesioni sulle mani

    Se soffri di dermatite, se hai la pelle particolarmente sensibile o se hai delle microlesioni sulle mani, magari perché ti mangi le pellicine o perché fai in lavoro che ti procura delle piccole ferite, devi prestare maggiore attenzione alla pulizia delle mani. La nostra pelle è un possibile ricettacolo di germi e in caso di abrasioni e ferite è facile che proliferino i microbi che causano le infezioni.

Se hai il sospetto di aver contratto il virus non farti prendere dal panico e non correre al pronto soccorso. Indossa una mascherina protettiva che impedirà il propagarsi del virus e chiama il Numero Verde dedicato 1500, che darà il via alle attuazioni delle misure di primo soccorso. Se non hai pronta in casa almeno una mascherina, fai in modo di procurartene una.

Purtroppo, con l’allerta che ha scatenato una sorta di psicosi collettiva, le scorte di mascherine protettive sono in esaurimento, ma assicurati di averne almeno una a disposizione in caso di sospetto contagio. Maggiori informazioni sul sito del Ministero della Salute.

 

Lascia un commento